I vignaioli

Massimo, una passione antica che trae le sue origini da questi luoghi, dal ricordo lontano di quell’odore di umido e mosto che saliva dalle cantine del paese in cui era costretto  a passare le estati.

Un ricordo che nel tempo è diventato il motore di una scelta, la voglia di recuperare quei sapori, recuperare un vino integro.

Dalla città alla campagna , un cambio di vita totale. Il vino è frutto delle sue scelte enologiche, maturate in cantina con una costante  attenzione  ad  ogni diversa vinificazione.

 Patrizia al vino ci è arrivata tardi, dopo aver gestito un’enoteca con Massimo, ha poi creduto in questo progetto che è un progetto di cambio vita: al posto della macchina le gambe, al posto della città  la campagna ed i boschi, al posto dell’orologio il tempo scandito dalle stagioni e dal meteo. Tutto torna. Accanto ad un vino integro, una vita integra.